Sono un Pedofilo, ma Non un Mostro…Vi Prego di Capire

0
7

Un sito web di notizie ha pubblicato un saggio di un uomo che si autodefinisce pedofilo e che chiede agli americani di ‘imparare ad accettare’ persone come lui e di fare un tentativo per aumentare la consapevolezza circa il loro ‘orientamento sessuale’.
In esso Nickerson spiega come essere un pedofilo è una ‘maledizione di prim’ordine‘.
‘Sono incastrato con il più sfortunato degli orientamenti sessuali, una preferenza per un gruppo di persone che sono legalmente, moralmente e psicologicamente incapaci di ricambiare i miei sentimenti e desideri‘, ha scritto Nickerson.
todd-nickerson

‘Confessare una attrazione sessuale per i bambini vuol dire rivendicare lo status più vituperato del pianeta, quello che finisce in modo efficace qualsiasi possibilità hai di vivere una vita normale‘.

Il punto focale del saggio è quello di cercare di sfatare il concetto che tutti i pedofili sono predatori.

Nickerson sostiene non ha mai dato sfogo alle sue pulsioni e aggredito un bambino o usato la pornografia infantile.

‘Eppure, io non sono il mostro si pensa che io sia‘, ha scritto.

‘Non ho mai toccato un bambino sessualmente nella mia vita e mai lo farò, né io uso la pornografia infantile’.

Nel tentativo di spiegare che la pedofilia è un orientamento sessuale, Nickerson racconta come diventò introverso da bambino, dopo esser nato senza il suo braccio destro.

Anche un ‘problema della vescica’ alle elementari lo costrinse a isolarsi sempre di più dai suoi coetanei.

Il momento culminante è stato quando venne violentato da un vecchio signore all’età di sette anni.

Nickerson ha detto che l’uomo, il signor Hans, era tedesco e un amico della sua famiglia.

Hans non parlava inglese, e la nonna di Nickerson gli disse di mostrare all’uomo il loro orto, si erano poi seduti nel giardino quando ‘di punto in bianco, Hans infilò una mano nei miei pantaloncini e mi accarezzò per diversi minuti.

Dopo un po’, Hans fu soddisfatto e mi cacciò via“.

Lui andò di corsa a raccontare tutto a sua nonna, ma lei decise che l’opzione migliore era quella di mantenere il segreto.

Nickerson ha ricordato: ‘Non sono state chiamate le autorità, e la vita continuò come al solito.

Hans rimase quella sera con mio zio e zia e se ne andò il giorno successivo.

Non l’ho mai più rivisto‘.

Nickerson ha detto che aveva circa 12 anni quando si rese conto di essere attratto dai bambini.

‘Quando compii 13 anni, mi accorsi che quella che inizialmente avevo vissuto come una fase transitoria, aveva cominciato a solidificarsi in qualcosa di più inquietante‘, ha scritto.

L’uomo mette in dubbio le teorie sulla pedofilia, per quello che lo riguarda non capisce se è legata ad abusi o se potrebbe essere genetica, e dice di credere la sua è probabilmente una combinazione di entrambi, con anche altri fattori coinvolti.

‘Penso che sia giusto dire che molti pedofili hanno sentimenti profondi di inferiorità in un modo o nell’altro, o almeno li abbiamo avuti quando la nostra sessualità si stava formando, e questa diventa una spirale al ribasso durante la pubertà e oltre‘, ha scritto Nickerson.

‘Tutto può essere il fattore scatenante di questo: disabilità, problemi di peso, o semplicemente la sensazione generale di risultare poco attraente agli occhi dei coetanei.

Questi sentimenti possono influire nella fase dello sviluppo della sessualità, in modo che anche il severo tabù culturale non è sufficiente per evitarlo.

In effetti, il tabù può influenzare negativamente i bambini vulnerabili‘.

Nickerson cadde in una profonda depressione dopo la laurea all’università e fu costretto ad affrontare il ‘mondo reale‘ e il concetto di trovarsi una ragazza e sposarsi, mentre nascondeva questo oscuro segreto.

todd-nickerson1Ha pensato al suicidio praticamente ogni giorno ed è diventato dipendente dagli oppiacei, per lo più idrocodone.

E’ stato durante questo periodo che Nickerson ha trovato online ‘un forum pedofilo malsano‘, dove i membri credevano fosse giusto avere rapporti sessuali con bambini e volevano che cambiasse la legge a proposito dei rapporti con i minori.

Nickerson si era unito a loro come un pedofilo, dicendo che ‘voleva disperatamente essere amico di persone che condividevano il mio orientamento sessuale, anche se avevano idee folli.

Non importa quando capiterà, ma qualche piccola parte di me ha ancora la speranza che le cose torneranno alla normalità, o il più vicino possibile alla normalità che può avere un pedofilo celibe con poche prospettive per il futuro.

E poi, come ho detto prima, non riuscivo e non riesco a permettere a me stesso di imporre questo abominio su un altro essere umano‘.

Nickerson ora fa il moderatore per un sito che segue la sua filosofia di pensiero e ha detto che è stato un ‘salvavita‘ per lui.

‘Ci sono altri pedofili nella mia vita che io sono davvero orgoglioso di chiamare gli amici, persone cui affiderei i miei figli se ne avessi, sapendo che sarebbero al sicuro‘, ha scritto Nickerson.

‘Quindi, per favore, comprensione e sostegno.

E’ davvero tutto quello che chiediamo a voi.

Trattateci come persone che hanno un handicap enorme che dobbiamo superare, non come dei mostri.

Se abbiamo intenzione di stare al mondo senza far del male a nessuno, abbiamo bisogno del vostro aiuto’.

LEAVE A REPLY